Captive Portal: CaptiVissimo in sanità

CaptiVissimo WiFi, il nostro Captive Portal, è stato scelto per fornire accesso internet agli utenti di due importanti poli ospedalieri italiani.

Le strutture ospedaliere sono fra le realtà più frequentate da utenti occasionali. Non si tratta solo dei degenti; ci sono parenti e visitatori, poi chi deve sostenere visite, ritirare referti, fare la coda al centro prenotazioni… Una moltitudine di persone che devono rimanere all’interno della struttura per qualche ora o più giorni ma che non sono ovviamente utenti permanenti ed in qualche modo censiti sul sistema informativo dell’azienda. Tutti, o quasi tutti, desiderano comunque restare connessi con l’esterno. Per leggere notizie, comunicare, collegarsi al proprio cassetto sanitario per scaricare un documento dimenticato; oppure passare il tempo guardando un film, una serie, un evento sportivo.

Sono anche strutture fra le più complesse, con ampie zone dove il segnale della rete cellulare, che sia 4G o 5G, fatica a dare copertura. Ci sono corridoi, sotterranei, interferenze; tutte situazioni che fanno si che il segnale arrivi attenuato o sia del tutto assente.

Image by DCStudio on Freepik

Io stesso, non molto tempo fa, mi sono trovato per qualche giorno in questa situazione, in una struttura priva di servizio WiFi a disposizione degli utenti; fortunatamente la mia camera si trovava ad un piano alto, buona esposizione, un segnale 4G (appena) sufficiente per supportare lo streaming. Ed un contratto cellulare flat.

Così ho potuto passare il tempo guardando qualche film ed i Mondiali di Biathlon. Altrimenti, sarebbe stata ancora più lunga di quanto già non mi sia sembrata…

L’ASST di Mantova e l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari

L’ASST di Mantova e l’Azienda Ospedaliera Ospedaliero Universitaria di Sassari si sono poste il problema, ed hanno scelto CaptiVissimo per fornire il servizio utilizzando, in maniera sicura, l’infrastruttura WiFi esistente. CaptiVissimo è indipendente dall’infrastruttura sottostante; per essere installato, non richiede modifiche. Può funzionare con gli apparati di qualsiasi vendor; dunque non richiede grandi investimenti.

L’ospedale di Mantova ha iniziato per primo, il servizio è consolidato e ben conosciuto dagli utenti; negli ultimi mesi sono state superate le 300 connessioni giornaliere, con un tasso di utilizzo regolare, costantemente in crescita. Ed un andamento ben riconoscibile, con una flessione nei giorni festivi rispetto ai feriali.

Anche a Sassari i numeri sono in costante crescita, in parallelo con l’estensione del servizio a nuove zone e strutture. Anche qui, nel nuovo anno, le connessioni giornaliere hanno superato regolarmente le 100 unità, in costante crescita.

Gli utenti si collegano creando un account locale, con verifica tramite sms o email. Oppure, utilizzano l’account del Social Network preferito: Facebook, Linkedin, Apple o Google. Vengono così ammessi ad utilizzare la rete WiFi, senza però interferire con il traffico “istituzionale”, quello dedicato agli operatori interni o alle apparecchiature dell’ospedale. Possono semplicemente navigare in internet, utilizzando la banda loro dedicata.

Le statistiche mostrano preferenze diverse da parte degli utenti dei due Poli. Da una parte la registrazione locale (sms) rappresenta mediamente il 50% delle connessioni, dall’altra la preferenza va decisamente agli account Social, con una netta prevalenza di Facebook, seguita da Google e dagli altri a grande distanza. In uno dei due Poli, poi, CaptiVissimo viene utilizzato anche per permettere ai dipendenti di collegare ad internet i telefoni privati, utilizzando l’account aziendale grazie al connettore LDAP di CaptiVissimo.

Scopri di più su CaptiVissimo: