MOBILE FIRST News - Ottobre

Gli arrivi di iOS9 e Windows 10 introducono importanti novità che imporranno un cambio di strategia IT, per trasformare un problema in grande opportunità di miglioramento dell'efficienza aziendale. Il secondo numero di MOBILEFIRST NEWS affronta le novità in arrivo e come sfruttarle al meglio con l'uso della giusta piattaforma EMM

Dopo aver rivoluzionato l'interazione fra persone nella sfera privata, tablet e smartphones stanno sempre più cambiando anche il nostro modo di lavorare. La facilità d'uso, la maneggevolezza, la disponibilità immediata in qualsiasi circostanza hanno fatto si che gli utenti si abituassero a consultare sempre più ogni tipo di informazione sul proprio device mobile.


Gli utenti amano i loro device mobili e vorrebbero utilizzarli anche per lavoro, con la stessa soddisfazione che provano quando li usano nel privato.

I nuovi prodotti e le nuove versioni dei sistemi operativi fanno un ulteriore passo avanti per soddisfare questo desiderio

Un cambiamento epocale del modello di gestione per la sicurezza dei dati


Con Windows 10, anche Microsoft sposta dalle Policy di Gruppo (GPO) all'Enterprise Mobile Management (EMM) la chiave per mettere in sicurezza dati e device mobili.

Le stesse capacità di mobile management saranno disponibili per ogni piattaforma Windows 10: smartphones, tablet, PC

Il vecchio e rigido modello di sicurezza basato su domini e policy, viene sostituito dal dinamico EMM centrato su sandoxing e protected OS kernel, per garantire l'integrità e sicurezza dei dati aziendali senza sminuire la user experience.

Il vecchio modello, inoltre, per garantire la sicurezza richiede il collegamento alla LAN aziendale ed il frequente ciclo  di spegnimento/avvio del PC. La tecnologia EMM, invece, garantisce la sicurezza sempre e ovunque, quale che sia la modalità di collegamento e accesso ai dati aziendali.

Cambia anche il modello di distribuzione delle app, che possono essere sviluppate una volta per tutte le piattaforme, e distribuite automaticamente ai giusti utenti tramite la piattaforma EMM, su qualsiasi device.

Bulk provisioning, volume licensing management, unenrollment. Tramite EMM, ora è possibile preconfigurare i device in modo che assumano la corretta configurazione e dotazione di app nel momento in cui l'utente li utilizza per la prima volta.  Distribuire automaticamente il software e le licenze. Ritirare tuttele configurazioni, dati, app e licenze aziendali nel momento in cui il proprietario lascia l'azienda con il suo device BYOD.

Data Loss Protection: i dati riconosciuti come aziendali vengono memorizzati in un area di storage protetta e criptata. Quest'area può essere cancellata a distanza, ed i dati al suo interno possono essere protetti dall'apertura in applicazioni diverse da quelle autorizzate, salvataggio su piattaforme cloud, copia e incolla.


Un nuovo step per facilitare ulteriormente l'uso professionale di iPhone e iPad


In combinazione con EMM, iOS9 semplifica ulteriormente tutte le un tempo complesse procedure a carico dell'IT, per garantire la sicurezza dei dati e la gestione dei device mobili.

Managed Vs. Supervised device: controllo dei dati aziendali senza intaccare la user experience per gli apparati BYOD, o gestione centralizzata delle funzioni attive sul device, fino al kiosk mode.

AirDrop può essere considerato come unmanaged, in modo da impedirne l'uso per condividere in maniera incontrollata i dati appartenenti ad applicazioni sicure.

Device Enrollment Program, per automatizzare la distribuzione di device in quantità.

Modello di licensing device-based, per facilitare la distribuzione delle applicazioni aziendali. Distribuzione delle applicazioni senza passare tremite AppStore.

Per App-VPN ora supportano UDP e Layer 3; questo significa che gli amministratori EMM possono abilitare la VPN dedicata per applicaizoni che richiedono connessioni audio/video e definire DNS e regole di routing specifiche. Più flessibilità e maggior sicurezza.

iPad Multitasking, per lavorare con due applicazioni contemporaneamente, o lavorare su una app durante una video conversazione con FaceTime.

Nuove funzioni nella app Posta e nuova app Note, come la capacità di inserire annotazioni negli allegati, suggerimento degli indirizzi dei destinatari, ricerca dei numeri di telefono non in rubrica. La nuova app Note permette di registrare annotazioni multimediali immediatamente visibili sul proprio MAC, appare fra le opzioni "Condividi con...", ha un nuovo navigatore degli allegati.

E tutte le funzioni di produttività, gestione e sicurezza tramite EMM già presenti in iOS...

EMM - Enterprise Mobile Management
Non si può più rimandare
Questo è il momento di affrontare la sfida, non come un problema da risolvere, ma come occasione unica  per

Aumentare la soddisfazione degli utenti
 

Migliorare la produttività aziendale

Assicurare la sicurezza dei dati aziendali, garantendone la fruibilità; sempre e ovunque



La più avanzata e completa piattaforma EMM sul mercato. Un vero e proprio ecosistema

per gli utenti
per i responsabili IT e sicurezza
Accedere in sicurezza a dati e risorse aziendali, ovunque, in qualsiasi occasione, con il device più adatto.

Senza mettere a repentaglio la sicurezza ed integrità dei dati aziendali, utilizzare gli stessi device per gestire i dati personali, divertirsi e giocare.
Con un'unica console, gestire e controllare facilmente la sicurezza di dati e device, stabilire regole d'accesso, distribuire le applicazioni per la produttività.

Tenere sempre sotto controllo il parco device mobili, lo stato di funzionamento, la compliance.

Bloccare l'accesso e rimuovere i dati sensibili da eventuali device compromessi o smarriti.

Scrivete a mobilefirst@naes.it per approfondimenti, o per organizzare una demo; senza impegno, naturalmente.

NAeS Consulting srl

via S.Senatore, 10
20122 Milano
p.IVA 04052980960

Informazioni commerciali

tel.: +39 02 45 48 72 63
fax: +39 02 70 04 66 85
e-mail: info@naes.it

Supporto tecnico

networking: support.networking@naes.it
software: suppsw@naes.it
help desk: https://helpdesk.naes.it